•  
  •  




​AutoRicerca - Numero 13 - Anno 2017 - Tra mentore e pupillo. Dialogo sulla malattia


Il tredicesimo numero di AutoRicerca contiene un unico testo monografico, scritto in forma dialogica da Massimiliano Sassoli de Bianchi. In esso, In esso, un mentore e il suo pupillo s'interrogano sul perché della malattia, evidenziando l'umana tendenza a considerarla un mero problema. Questo li porterà ad esaminare un possibile rovesciamento di visione, passando dal paradigma della malattia-problema a quello più avanzato della malattia-soluzione. 

​The thirteenth issue of AutoRicerca contains a unique monographic text, written in dialogic form by​ Massimiliano Sassoli de Bianchi. In it, a mentor and his pupil wonder about the nature of disease, highlighting the human tendency to regard it as merely a problem of which we need to get rid of. This leads them to examine a possible reversal of the orthodox vision, suggesting to move from the paradigm of the disease-problem to the more advanced one of the disease-solution.

 ​​


Versione stampata (acquisto) Versione e-book (accesso aperto) 


Tra mentore e pupillo. Dialogo sulla malattia
Between mentor and pupil. Talking about disease
Massimiliano Sassoli de Bianchi

Un mentore e il suo pupillo s’interrogano sul perché della malattia, evidenziando l’umana tendenza a considerarla un mero problema, di cui necessariamente dovremmo liberarci. Questo li porterà ad esaminare un possibile rovesciamento di visione, passando dal paradigma della malattia-problema, a quello più avanzato della malattia-soluzione. Ma se la malattia è una soluzione, perché combatterla? Con una soluzione non sarebbe meglio collaborare? La negazione sistematica e continuativa della soluzione-malattia, mediante l’uso di antisoluzioni, di cui i farmaci allopatici sarebbero un esempio emblematico, promuoverebbe infatti l’insorgere di soluzioni sempre più radicali, alimentando una vera e propria spirale viziosa, che termina con il collasso strutturale dell’organismo, conformemente al detto: soluzione del problema uguale eliminazione del problema! Cioè eliminazione del veicolo stesso di manifestazione del problema! D’altra parte, l’ipotesi rivoluzionaria della malattia-soluzione ci apre a una domanda fondamentale: “Qual è il vero problema che la malattia tenta di risolvere?” Nel corso del loro avvincente dialogo, mentore e pupillo individueranno una risposta semplice e profonda a questo cruciale interrogativo.

A mentor and his pupil wonder about the nature of disease, highlighting the human tendency to regard it as merely a problem of which we need to get rid of. This leads them to examine a possible reversal of the orthodox vision, suggesting to move from the paradigm of the disease-problem to the more advanced one of the disease-solution. But if disease is a solution, instead of a problem, what’s the implication of fighting it? With a solution, shouldn’t we collaborate? The systematic and continuative negation of the solution-disease – through the use of antisolutions, of which the allopathic drugs are an emblematic example – definitely promotes the emergence of solutions which are always more radical, feeding a vicious spiral that ends with the structural collapse of the organism (its biological death), according to the saying “solution of the problem = elimination of the problem”, that is, elimination of the vehicle of manifestation of the problem itself! On the other hand, the revolutionary hypothesis of the solution-disease opens to a fundamental question: "What is the real problem that disease solves?" During their whirlwind dialogue, mentor and pupil will identify a simple answer to this deep and crucial question.
​​